Clinica Urologica Policlinico di Modena

Interventi sul Rene PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
giovedì 15 gennaio 2009

· Nefrectomia semplice laparoscopica

· Nefrectomia radicale laparoscopica

· Nefro-ureterectomia laparoscopica

· Enucleoresezione—Tumorectomia–Nefrectomia parziale laparoscopica

· Nefrectomia Radicale a cielo aperto

· Nefrectomia allargata a cielo aperto

· Nefrectomia parziale a cielo aperto in ipotermia

· Marsupializzazione laparoscopica di cisti renali

L’indicazione all’uno o all’altro intervento dipende dalla patologia nonché dalle sue caratteristiche cliniche e strumentali. La nefrectomia andrebbe sempre eseguita in laparoscopia per quanto riguarda le patologie renali benigne che richiedano questo trattamento. La laparoscopia è oggi riconosciuta l’intervento di scelta anche per i tumori renali maligni. Presso la nostra clinica vengono trattati per via laparoscopica i tumori renali fino anche a 10 cm purché non vi sia infiltrazione degli organi circostanti (Fegato Milza Pancreas) o trombosi della vena renale e della vena cava.

Qual’ora fosse preferibile asportare esclusivamente il tumore lasciando il rene sano, vantiamo una importante esperienza in quelli che sono gli interventi di Tumorectomia o Nefrectomia Parziale. L’indicazione a questo tipo di interventi dipende principalmente dalle dimensioni e dalla localizzazione del tumore.La nefrectomia parziale può essere eseguita a seconda dellle dimensioni e della localizzazione, in laparoscopia, o a cielo aperto in ipotermia quando necessario.

La nefro-ureterectomia prevede l’asportazione del rene e di tutto l’uretere compreso il suo tratto interno alla vescica. Questo intervento è necessario per i tumori renali che originano dalle vie urinarie del rene o dell’uretere prossimale. Anche questo intervento viene eseguito in laparoscopia e terminato con una piccola incisione nel basso addome per l’asportazione del rene con l’uretere.

La Nefrectomia viene eseguita a cielo aperto in caso di neoformazioni renali molto voluminose che infiltrano gli organi circostanti, con trombo in cava o con importante interessamento dei linfonodi.

La nefrectomia radicale è un intervento che viene sempre eseguito, anche in casi limite in cui è già presente alla diagnosi una disseminazione metastatica a distanza o locale, in quanto questa non controindica l’intervento. Inoltre le nuove terapie a disposizione permettono di affrontare la malattia ottenendo in alcuni casi una remissione della malattia.

In questi casi è necessario eseguire una “Nefrectomia Allargata” che prevede l’asportazione del rene ed eventualmente dei linfonodi o di parti di organi circostanti (fegato - milza - pancreas - vena cava).

Ulteriori informazioni possono essere trovate nella sezione relativa al “Informazioni utili sugli interventi chirurgici ” di Nefrectomia.

 

Ultimo aggiornamento ( mercoledì 04 gennaio 2017 )
 
< Prec.   Pros. >