Clinica Urologica Policlinico di Modena

Interventi sulla Vescica PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
giovedì 15 gennaio 2009

· Litotrissia endoscopica di calcoli vescicali

· Cistoscopia e biopsia vescicale diagnostica e di Follow-up (video)

· TUR-V , resezione endoscopica di neoformazioni vescicali (video)

· Cistectomia radicale

· Derivazione urinaria incontinente: Uretero-ileo-cutaneo-stomia (Immagini)

· Derivazione urinatia continente: Neovescica ortotopica sec. Studer, modificata. (Immagini)

Gli interventi alla vescica sono suddivisibili in due grandi categorie, quelli Endoscopici e quelli a Cielo Aperto.

La litotrissia, la cistoscopia con biopsia e la cosiddetta TUR-V sono interventi endoscopici che vengono eseguiti in anestesia locoregionale (spinale) e consistono rispettivamente:

Litotrissia endoscopica: Frammentazione di calcoli vescicali con energia balistica ed ultrasuoni. A questo intervento è spesso associato l’intervento di TUR-P per asportazione di parte della prostata (descritta nella sezione relativa).

Cistoscopia con Biopsia: la eseguiamo in sala operatoria endoscopica per una maggiore sterilità ed un miglior controllo dell’emostasi. Consiste nel prelevare delle zone di tessuto vescicale da far analizzare all’Anatomo Patologo per rilevare alterazioni microscopiche di natura maligna.

TUR-V Resezione TransUretrale della Vescica è un intervento endoscopico che consente di asportare dei piccoli tumori superficiali della vescica attraverso l’uretra. Anche questo intervento non richiede l’anestesia generale. Le neoformazioni vengono asportate o con pinza "fredda" evitando alterazioni da elettrocauterio o mediante uno strumento che permette di tagliare e coagulare mediante la corrente. Ulteriori informazioni sono consultabili nella sezione relativa alle "Informazioni utili sugli interventi chirurgici".

Gli interventi di Cistectomia Radicale sono per contro degli interventi molto più impegnativi sia per il chirurgo che per il paziente. Richiedono un’anestesia generale e un ricovero più lungo. Consistono nell’asportazione completa della vescica, della prostata e delle vescicole seminali nell’uomo e dell’utero e parte della vagina nella donna. In donne giovani, in casi selezionati, la vagina e l'utero possono essere risparmiati. Questo intervento si rende necessario quanto un Tumore della vescica sia diventato infiltrante e quindi metta a rischio la vita del paziente. Deve essere unito ad un intervento di ricostruzione del sistema di raccolta delle urine. Questo può essere fatto realizzando un sistema detto “Incontinente”, dove le urine vengono convogliate in un sacchetto attraverso una stomia,  o un sistema detto “Continente” nel quale viene ricostruita una nuova vescica con l’utilizzo delle anse intestinali. Presso il nostro centro possiamo proporre ai nostri pazienti entrambe le soluzioni ed in particolare cerchiamo in tutti i casi in cui sia possibile per le condizioni generali, anatomiche o di malattia di realizzare una nuova vescica con l’intestino, per permettere una miglior qualità di vita ai nostri pazienti. Esistono molte tecniche di ricostruzione della neovescica ma quella che preferiamo è la Neovescica sec. Studer, modificata.

Potrete trovare ulteriori informazioni nella sezione relativa al "Informazioni utili sugli interventi chirurgici" e tra le F.A.Q

Ultimo aggiornamento ( mercoledì 18 maggio 2011 )
 
< Prec.   Pros. >